NUOVO CORSO a cadenza SETTIMANALE                in collaborazione con lo studio                            FORTE FELDENKRAIS https://www.fortefeldenkrais.it

Carl Gustav Jung dice che c’è una matrice alla base della nostra energia psichica che dirige il nostro sviluppo personale. L’Enneagramma è questa matrice, un simbolo che spiega l’ordine naturale dell’energia psichica, che è universale. Il cammino suggerito dall’Enneagramma ci permette di osservare e scoprire la nostra personalità, la maschera che costruiamo e utilizziamo fin da bambini per sentirci amati e proteggerci dal dolore, e prepara un percorso per conoscere se stessi al di là delle modalità comportamentali automatiche e inconsapevoli che mettiamo in campo nella vita di tutti i giorni.

L’Enneagramma è molto più di una mera classificazione di personalità, non è lontano dalla verità descriverlo come una macchina del tempo, una porta che ci permette di accedere al nostro viaggio personale. Ognuno, nell’approcciarsi all’Enneagramma, può decidere i confini temporali di questo viaggio, che possono coincidere con l’inizio e la fine della nostra vita terrena o estendersi ben oltre. L’osservazione dei nostri comportamenti meccanici e invalidanti non può prescindere dalla loro origine nascosta, vera e profonda, che va ben al di là delle contingenze della vita quotidiana.

Il corso settimanale proposto in collaborazione con lo studio FORTE FELDENKRAIS https://www.fortefeldenkrais.it permette di creare una sinergia tanto inedita quanto benefica tra i due strumenti sulla base delle seguenti affinità:

Sia l’ENNEAGRAMMA che il FELDENKRAIS:

  • Osservano e rendono consapevoli le “Spie di disfunzionalità”: conflitti psico/emotivi e/o dolori nel corpo.
  • Ricorrono alla percezione di sé e all’auto-osservazione come strumenti di auto-analisi.
  • Insegnano l’importanza dell’equilibrio Corpo-Pensiero-Emozioni, stimolando l’osservazione di quando non utilizziamo una di queste componenti, la utilizziamo troppo o la utilizziamo male.
  • Partono dal presupposto che senza strumenti siamo portati ad agire in modo automatico, meccanico, compulsivo, disfunzionale attraverso mappe automatiche, copioni, abitudini di sopravvivenza. 
  • Propongono metodologie per rielaborare le mappe e trovare in sé le risorse, in modo da non generare dipendenza ma autonomia dell’utente, che può in seguito auto-gestire il proprio cammino evolutivo.

A chi desidera saperne di più proponiamo la visione delle slide di accompagnamento alla serata introduttiva! 

LE ISCRIZIONI SONO SEMPRE APERTE, È POSSIBILE PARTECIPARE ANCHE ALLE SINGOLE SERATE!

Per info:

info@fortefeldenkrais.it cell: 347-4163884                     lorenzalondra@yahoo.it cell: 335-6859485

               

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: