Per raccontarvi il nostro corso della Bussola abbiamo scelto queste immagini che parlano da sé. Due giorni molto intensi, ricchi di contenuti, esperienze, energia.

Cuori aperti e menti curiose in cerca di un orientamento ma al tempo stesso meravigliati allo scoprire di poter donare.

Perchè l’altro si specchia in noi, e noi nell’altro.

Perchè se chiudo gli occhi e alzo le mie braccia nell’armonia della musica sento, percepisco e penso qualcosa che solo apparentemente è mio.

Perchè quando mi manifesto, riesco a sentire, percepire e pensare di essere tutt’uno con il sentire, il percepire e il pensare dell’altro, e se lo condivido ci arricchisce entrambi. Me e il mio specchio.

Sul tappeto abbiamo sostato, camminato, riposato e meditato. Cullati dal suono delle campane tibetane o scossi dal battito del tamburo sciamanico abbiamo percorso un viaggio dentro di noi, in cerca della nostra essenza, alla scoperta della nostra ferita, vibrando con la nostra pietra. 

Ci siamo concessi di interrogarci sul nostro cammino di vita, di scoprire la nostra missione, di immaginare il nostro domani  e …

…sì, ci siamo permessi anche di essere felici!!

Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: